Basilica e Catacombe

basilica_santo_antiocoBasilica di Sant’Antioco
Luogo di culto principale della cittadina, la Basilica di Sant’Antioco risale addirittura al V secolo d.C. Sotto il suo pavimento, nel punto in cui un tempo si doveva trovare l’altare maggiore, sono sepolti i resti, ormai rimossi, di Sant’Antioco, patrono della Sardegna.
In origine la chiesa presentava una particolare pianta a croce greca e durante le celebrazioni religiose seguiva il rito bizantino. Solo con l’arrivo dei monaci vittorini, qui spediti da Papa Urbano II dopo il 1089, la basilica venne ristrutturata trasformando l’antico impianto bizantino nella classica pianta a croce latina delle chiese cattoliche.
Nel XVIII secolo la navata centrale fu allungata ulteriormente, intonacata e affrescata. E’ a questo periodo di rifacimento che risalgono l’attuale facciata in stile neo-barocco e gran parte degli elementi interni.
La Basilica di Sant’Antioco è ogni anno al centro della suggestiva manifestazione in onore del santo a cui prendono parte gruppi folkloristici provenienti da molti paesi della Sardegna.

Catacombe di Sant’Antioco
Al di sotto della basilica si estendono le uniche catacombe cristiane della Sardegna. In realtà questa vasta e labirintica necropoli è più antica del cristianesimo, si tratta infatti di preesistenti tombe puniche riadattate dai primi credenti a sito funerario, in modo che i membri della comunità potessero essere sepolti il più vicino possibile a Sant’Antioco.
Le tombe furono utilizzate dal IV al VII secolo d.C. Visitandole si possono ammirare ancora oggi tracce di antiche pitture decorative e di scritte funebri. In tutto sono sei camere di cui una dedicata alle sepolture pagane, alcune probabilmente di ebrei visto il ritrovamento di un candelabro e di messaggi in ebraico.
Subito dopo l’ingresso si trova quella che era la tomba di Sant’Antioco, scoperta nel 1614. Proseguendo si incontrano sale di sepoltura di ricchi e poveri distinguibili grazie agli affreschi che un tempo dovevano ricoprire le sale riservate ai primi e oggi ridotti a macchie colorate.

Condividi!